Si chiamerà Francesco

Accadde oggi, 13 marzo 2013, l’elezione al soglio pontificio dell’argentino Jose Mario Bergoglio. Francesco sarà il primo pontefice sudamericano gesuita.

“Non dimentichiamo mai che il vero potere è il servizio. Bisogna custodire la gente, aver cura di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili e che spesso sono nella periferia del nostro cuore.”
Papa-francesco_OK

Frankenstein, o il Prometeo moderno

Accadde oggi, 11 marzo 1818, la pubblicazione del libro “Frankenstein, o il Prometeo moderno” di una Mary Shelley appena ventunenne. Il giovane medico svizzero Victor Frankenstein dà vita, con una scossa elettrica, a una creatura mostruosa, ma di animo buono. Tuttavia, dopo la reazione disgustata della gente comune alla sua vista, diventa un malvagio assassino che interromperà i suoi omicidi solo quando sceglierà di morire nelle acque gelide del Polo Nord.
Frankenstein.jpg

L’esilio Bianco

Accadde oggi, 10 marzo 1302, l’esilio di Dante Alighieri da Firenze.

«Alighieri Dante è condannato per baratteria, frode, falsità, dolo, malizia, inique pratiche estortive, proventi illeciti, pederastia, e lo si condanna a 5000 fiorini di multa, interdizione perpetua dai pubblici uffici, esilio perpetuo (in contumacia), e se lo si prende, al rogo, così che muoia».

Questa fu la sentenza emessa dal tribunale, segnando per sempre la vita del poeta e della letteratura italiana stessa. Il testo della storica condanna è custodito nel Libro del Chiodo,  conservato presso l’Archivio di Stato di Firenze.

DanteDetail

L’ascesa femminile

festa-della-donna-origini-storia_980x571

Accadde oggi, 8 marzo 1917, la discesa in piazza, a San Pietroburgo, di una massa di donne richiedenti la fine della guerra. Quell’evento associò in maniera indissolubile l’inizio della Rivoluzione di febbraio a quella che nel 1921 verrà dichiarata Giornata internazionale dell’operaia. L’Italia dovrà aspettare il 1946 per celebrare unitamente, per la prima volta, la Festa della donna, adoperando la mimosa (che fiorisce proprio all’inizio di marzo) come simbolo dell’occasione.